Ministero dell'Economia e delle Finanze ITA ENG

Servizi

Il Portale per i Comuni permette lo scambio reciproco di diverse tipologie di forniture telematiche di dati tra l’Agenzia, i Comuni e le Comunità montane.

Servizi di prelievo dati

L’Agenzia predispone per enti e PA, in base a specifici mandati normativi, forniture

“a richiesta” per tutti gli enti territoriali interessati, con contenuto organizzato su base comunale, pubblicate a seguito di specifica richiesta

“a pubblicazione” per i Comuni, accessibili solo a quest’ultimi, a cadenza prestabilita e pubblicate per tutti i Comuni senza che questi ne facciano richiesta.

Forniture a richiesta

Tra le forniture “a richiesta” rientrano le informazioni relative ai dati

  • censuari del Catasto fabbricati o terreni, a una data o movimentati in un periodo corredati delle relative intestazioni
  • della cartografia vettoriale, attualizzati alla data di produzione della fornitura e relativi a tutto il territorio comunale o solo alle mappe variate a partire da una data a scelta (non antecedente di due anni la data corrente)
  • metrici del Catasto fabbricati, attualizzati alla data di produzione o movimentati in un intervallo temporale ai fini della gestione della Tarsu(articolo 1, comma 340, della legge 311/2004) e dell'accertamento del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (TARES), istituito dall'articolo 14, comma 1, del decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201
  • delle notifiche di variazione di rendita o di reddito
  • degli stradari comunali e dei modelli CP.5 forniti ai Comuni nell'ambito del progetto per la costituzione dell'Archivio nazionale degli stradari e dei numeri civici (ASNC).

Forniture a pubblicazione

Tra le forniture “specifiche” per i Comuni rientrano le informazioni relative a

  • accatastamenti e variazioni forniti dall’Agenzia in base all'articolo 34 quinquies della legge 80/2006 ai fini dell’inoltro di eventuali segnalazioni di incongruenze
  • note di trascrizione alla Conservatoria dei registri immobiliari aventi contemporanea valenza di voltura catastale, derivanti dall’adempimento unico telematico; fornitura rilasciata ai sensi dell’articolo 37, comma 53 del Dl 223/2006, per la gestione dell'Ici
  • esiti di aggiornamento catastale a seguito delle segnalazioni di incongruenze comunicate ai cittadini ai sensi dell’articolo1, comma 336, della legge 311/2004
  • atti di aggiornamento del Catasto terreni inviati telematicamente per i quali è previsto il deposito presso il Comune ai sensi della legge 47/1985 (attualmente sono resi disponibili i “Tipi di frazionamento” e i “Tipi mappali con frazionamento”)
  • la consistenza delle banche dati comunali in termini di numero di unità immobiliari e rendita per categoria catastale, numero di soggetti titolari, numero di fogli di mappa e altro.
  • l’elenco delle particelle su cui sono stati rilevati fabbricati mai dichiarati in catasto, (DL 78/2010),comprensivi dei riferimenti relativi alle dichiarazioni di parte (Docfa) per gli accertamenti conclusi
  • accatastamenti e variazioni collegati a fabbricati non dichiarati in catasto, il cui accertamento risulti concluso nel periodo di riferimento
  • l’elenco degli immobili oggetto di domande di ruralità ex art.13, comma 14, lettera d-bis, del D.L. n. 201/2011, convertito con modificazioni nella legge 22 dicembre 2011, n. 214) presentate all’Agenzia, che hanno avuto effetto nelle banche dati censuarie, in quanto formalmente corrette.

Servizi di trasmissione dati

I Comuni e le Comunità montane a loro volta possono trasmettere all'Agenzia, utilizzando le apposite funzionalità del Portale, i seguenti dati

  • le notifiche inviate ai cittadini ai sensi dell'articolo 1, comma 336 della legge 311/2004
  • le segnalazioni predisposte per l’Agenzia ai sensi dell'articolo 34 quinquies della legge 80/2006
  • le variazioni e integrazioni da apportare allo stradario per la sua certificazione
  • le modifiche e integrazione dei numeri civici riferiti alle strade certificate e alle sezioni di censimento 2011.
  • le informazioni tecniche utili ai fini dell'attribuzione della rendita per i fabbricati mai dichiarati in catasto (DL 78/2010)
  • le informazioni utili ai fini dell'accertamento del requisito di ruralità per gli immobili per cui sia stata presentata una domanda di ruralità
  • le segnalazioni relative alle difformità della superficie delle unità immobiliari urbane a destinazione ordinaria iscritte nel catasto edilizio urbano, ai sensi dell’articolo 14, comma 9, del decreto legge n. 201/2011