Ministero dell'Economia e delle Finanze ITA ENG

Ti trovi in: Home - Servizi online - Servizi catastali e ipotecari - Servizi catastali e ipotecari senza registrazione - Fabbricati non dichiarati - Ricerca particelle

Fabbricati non dichiarati - Ricerca particelle

Per la consultazione delle liste delle particelle sulle quali risultano fabbricati non dichiarati, accedere alla pagina per la ricerca e indicare

  • la provincia di interesse
  • il comune catastale

Una volta impostata e avviata la ricerca si ottiene l'elenco di tutte le particelle del comune che rientrano nella situazione indicata.

E’ possibile consultare, per ogni particella interessata, le corrispondenti unità immobiliari censite al catasto edilizio urbano cui è stata attribuita una rendita presunta

E' inoltre possibile limitare il numero dei risultati della ricerca indicando anche gli identificativi catastali: foglio, sezione, numero e denominatore (dati non obbligatori da fornire).

I risultati della ricerca possono essere stampati utilizzando la funzione di stampa del proprio browser.

Utilizzando questo servizio è possibile controllare lo stato dell’accertamento della particella di proprio interesse. Di seguito le descrizioni sommarie dello stato dell'accertamento.

In corso: il processo di accertamento è stato avviato dall’Ufficio provinciale competente ed è ancora in corso.

Concluso con aggiornamento: il processo di accertamento si è concluso a seguito della produzione di tutti gli atti di aggiornamento catastale da parte dei soggetti interessati ovvero,in caso di inadempimento di questi ultimi, dall’Ufficio provinciale.

Concluso senza aggiornamento: il processo di accertamento è stato concluso dall’Ufficio provinciale che ha verificato l’insussistenza delle condizioni per procedervi, in quanto l’immobile non ha caratteristiche per le quali la normativa prevede l’accatastamento.

Attribuita rendita presunta: l’accertamento è in corso e l’Ufficio provinciale, che ha riscontrato le condizioni di accatastabilità dei “fabbricati mai dichiarati” identificati sulla particella, ha attribuito la rendita catastale provvisoria prevista dall’art. 19, comma 10, del decreto legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122 e successive modifiche ed integrazioni. In questo caso selezionando la particella viene visualizzato, oltre al protocollo dell’avviso di accertamento, anche l’elenco delle unità immobiliari urbane oggetto di attribuzione della rendita presunta.

Menu diServizi online