Accesso per i rappresentanti e le persone di fiducia – Che cos’è

Tutti i contribuenti, persone fisiche, che hanno difficoltà o sono impossibilitati ad accedere alle informazioni e ai servizi online presenti nell’ Area riservata del sito dell’Agenzia delle entrate, possono richiedere l’abilitazione all’accesso, per proprio conto, da parte del coniuge, del figlio, di un parente/affine entro il quarto grado o di una persona di fiducia (conferendo una procura sulla base dell’articolo 63 del d.P.R. n. 600 del 1973) secondo quanto stabilito dal Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate. Ogni persona può designare un solo rappresentante e ogni rappresentante può essere designato al massimo da tre persone.

La procura non può essere conferita a titolo professionale.

Il Provvedimento citato regola anche gli accessi per i tutori, i curatori speciali, gli amministratori di sostegno e i genitori dei figli minorenni, che possono richiedere l’abilitazione ad accedere alle informazioni fiscali e ai servizi web per conto dei loro rappresentati.

L’abilitazione è valida fino al 31 dicembre dell’anno in cui è attivata, ad eccezione di quanto specificatamente previsto per l’abilitazione del genitore di figlio minore.

 

Come presentare la procura: la procura può essere presentata dal rappresentato utilizzando il “Modulo di conferimento/revoca della procura per l’accesso ai servizi online” (Allegato 3 al Provvedimento) con una delle seguenti modalità:

  • online, utilizzando il servizio web “Consegna documenti e istanze”, disponibile nell’area riservata, qualora il rappresentante designato sia il coniuge o un parente/affine entro il quarto grado; 
  • in allegato a un messaggio PEC, ad una qualunque Direzione Provinciale dell’Agenzia delle entrate qualora il rappresentante designato sia il coniuge o un parente/affine entro il quarto grado (gli indirizzi PEC sono consultabili a questo link);
  • presso un qualsiasi ufficio territoriale dell’Agenzia delle entrate (questa è l’unica modalità di presentazione qualora il rappresentante sia diverso dal coniuge o parente/affine entro il quarto grado).

 

Se invece il rappresentato è impossibilitato a presentare direttamente la procura a causa di patologie, il modulo può essere presentato dalla persona di fiducia prescelta presso un qualsiasi Ufficio territoriale dell’Agenzia delle entrate, allegando copia del documento di identità di entrambi e l’attestazione dello stato di impedimento del rappresentato rilasciata dal medico di famiglia. Ai fini della tutela della privacy dell’interessato, le informazioni inserite nell’attestazione non devono eccedere quelle presenti nel fac-simile disponibile sul sito dell’Agenzia delle entrate.

 

Come presentare la richiesta di abilitazione per tutori, curatori speciali, amministratori di sostegno e soggetti esercenti la responsabilità genitoriale: il tutore, il curatore speciale e l’amministratore di sostegno possono richiedere di essere abilitati all’accesso ai servizi online per conto del soggetto sotto tutela presentando il “Modello di richiesta  abilitazione ai servizi online da parte dei tutori, curatori speciali e amministratori di sostegno” (Allegato 1 al Provvedimento) e allegando la documentazione attestante la propria qualifica.

Il soggetto esercente la responsabilità genitoriale può richiedere di essere abilitato all’utilizzo dei servizi online per conto dei propri figli minori utilizzando il “Modello di richiesta abilitazione ai servizi online per genitori” (Allegato 2 al Provvedimento), contenente la dichiarazione sostitutiva (resa ai sensi del d.P.R. n. 445 del 2000) con la quale attesta la sua condizione di genitore, specificando se si tratta di esercizio esclusivo o congiunto e allegando copia del proprio documento di identità e di quello del minore.

Anche in tali casi la documentazione può essere presentata con le stesse modalità previste per la presentazione della procura.

Per maggiori informazioni è possibile consultare la guida "L'accesso ai servizi online per rappresentanti e persone di fiducia"

 

Accesso del rappresentante in area riservata e servizi disponibili: una volta ottenuta l’abilitazione, il rappresentante accede all’area riservata attraverso le proprie credenziali personali SPID, CIE (Carta d’identità elettronica) CNS (Carta Nazionale dei Servizi), o nei casi previsti, mediante le credenziali rilasciate dall’Agenzia, e sceglie se operare per conto proprio o del soggetto rappresentato. In quest’ultimo caso, il rappresentante può operare per diversi servizi online, tra i quali accedere alla dichiarazione precompilata, consultare il cassetto fiscale e i dati ipo-catastali, richiedere il duplicato della tessera sanitaria,  leggere le comunicazioni inviate dal fisco. L’elenco completo dei servizi attualmente disponibili, che sarà successivamente esteso anche ad altri servizi, è consultabile nel Provvedimento.