Informazioni generali - Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini Iva effettuate tramite POS

Gli operatori finanziari devono comunicare i dati delle operazioni Iva di importo pari o superiore a 3.600 euro attraverso carte di credito, di debito o prepagate (moneta elettronica).

Nella comunicazione devono essere indicati:

  • i dati anagrafici del contribuente che ha sostenuto l’acquisto
  • gli importi complessivi di ogni singola transazione
  • la data in cui è stata effettuata la transazione
  • il codice fiscale dell’operatore commerciale presso il quale è avvenuto il pagamento elettronico. Esattamente, va indicato il numero del codice fiscale dei soggetti associati con i quali è stato stipulato un contratto di installazione e utilizzo dei dispositivi POS (Point of sale) per la ricezione di pagamenti effettuati con carte di debito, di credito o prepagate, comprese le eventuali cessazioni. Per ogni terminale va evidenziato l’apposito codice identificativo.

Le comunicazioni dei dati relativi alle operazioni rilevanti ai fini Iva devono essere inviate entro il 30 aprile dell’anno successivo a quello in cui le operazioni sono state effettuate.

Attenzione: dal 2017 l’obbligo di comunicazione è stato soppresso (articolo 4 del decreto legge del 22/10/2016 n. 193, convertito, con modificazioni, dalla legge 1° dicembre 2016 n. 225).