Presentazione telematica documenti - abilitazione notai e tecnici

I notai e i tecnici professionisti possono presentare per via telematica agli uffici provinciali - Territorio dell'Agenzia delle Entrate i documenti di aggiornamento delle banche dati catastale e ipotecaria.

La domanda di abilitazione al servizio di presentazione documenti è inviata per via telematica, dopo aver compilato il modulo di richiesta, presente sulla piattaforma Sister, nel quale vanno indicati i dati anagrafici, la qualifica professionale, l'albo provinciale e il relativo numero di iscrizione del richiedente.

Nel solo caso di richiesta di abilitazione per l'aggiornamento della banca dati ipotecaria, il richiedente deve specificare nel modulo l'ufficio dell'Agenzia competente per la registrazione degli atti immobiliari, in relazione all'ambito territoriale in cui esercita la propria attività.

Il richiedente deve, inoltre, indicare nel modulo se intende avvalersi di un soggetto intermediario federato con l'Agenzia, presso il quale risulti già censito, per l'accesso al servizio (Identity Provider) o per i pagamenti dei servizi fruiti.

Nel primo caso di intermediazione, il richiedente riceverà le credenziali di autenticazione dal proprio Identity Provider.

Con la sottoscrizione della domanda di abilitazione al servizio Presentazione telematica documenti, il richiedente si impegna a:

  • accettare le condizioni di funzionamento del servizio indicate nei provvedimenti emanati per regolare il settore
  • garantire il rispetto delle disposizioni del Dlgs 196/2003 "Codice in materia di protezione dei dati personali", in particolare, a mantenere riservata la parola chiave attraverso la quale il sistema autentica l'utente prima di consentire l'accesso al servizio
  • aggiornare tempestivamente i propri dati anagrafici e a comunicare all'ufficio provinciale che ha provveduto alla sua abilitazione le eventuali variazioni ai dati professionali dichiarati.

Accettazione della richiesta

Il sistema, eseguite automaticamente le verifiche formali, invia al richiedente (tramite e-mail) una comunicazione con l'esito del controllo.

In caso di esito positivo, il richiedente è invitato a completare il processo di abilitazione presentandosi presso un ufficio provinciale - Territorio dell'Agenzia con la seguente documentazione:

  • la stampa della comunicazione ricevuta in cui è indicato il codice di richiesta
  • un valido documento di riconoscimento
  • un certificato o una dichiarazione di autocertificazione di iscrizione all'ordine professionale.

L'ufficio provinciale verifica la documentazione e l'esito dei controlli automatici e rilascia all'utente l'attestazione di avvenuta abilitazione, che contiene le modalità di accesso ai servizi e le credenziali di autenticazione.

Le credenziali non sono rilasciate nei casi in cui il richiedente:

  • abbia dichiarato nel modulo di abilitazione di avvalersi di un intermediario Identity Provider per l'accesso al sistema
  • risulti già abilitato al portale Sister per l'utilizzo di servizi come quelli di consultazione banche dati; in questo caso può accedere ai servizi di presentazione documenti con le credenziali già in suo possesso.

Revoca dell'abilitazione

L'ufficio provinciale revoca l'abilitazione al servizio telematico nei seguenti casi:

  • gravi e ripetute violazioni degli obblighi connessi all'applicazione delle disposizioni contenute ne provvedimento dell'Agenzia del Territorio del 22/03/2005 (termini, condizioni e modalità relative alla presentazione del modello unico informatico di aggiornamento degli atti catastali)
  • cessazione dell'attività del professionista o provvedimenti di sospensione dall'esercizio della professione o di cancellazione dall'albo professionale.

L'ufficio provinciale notifica all'utente il provvedimento con il quale l'Agenzia procede alla revoca del servizio.

Dopo la revoca l'utente può richiedere la riabilitazione ai servizi di presentazione telematica. L'ufficio provinciale procede alla nuova abilitazione solo se il richiedente documenta la rimozione della causa di revoca.

Disattivazione del servizio

L'utente può chiedere la disattivazione del servizio con una richiesta formale all'ufficio provinciale – Territorio dell'Agenzia presso il quale ha ottenuto l'abilitazione, secondo una delle seguenti modalità:

  • per raccomandata A/R a firma autografa
  • per posta elettronica certificata (Pec), con firma digitale, all'indirizzo di posta dell'ufficio pubblicato sul sito istituzionale.