Come si paga l'Irpef

Ultimo aggiornamento: 29/03/2022

Anche le modalità e le scadenze fiscali per il versamento dell’Irpef sono quelle ordinarie, salvo proroghe. Nello specifico:

  • il saldo dell’anno in corso e l’eventuale prima rata di acconto per l’anno successivo devono essere versati entro il 30 giugno dell’anno in cui si presenta la dichiarazione, oppure entro i successivi 30 giorni pagando una maggiorazione dello 0,40%
  • l’eventuale seconda o unica rata dell’acconto per l’anno successivo deve essere versata entro il 30 novembre dell’anno in cui si presenta la dichiarazione.

L’acconto Irpef è dovuto se l’imposta dichiarata in quell’anno (riferita, quindi, all’anno precedente), al netto delle detrazioni, dei crediti d’imposta, delle ritenute e delle eccedenze, è superiore a 51,65 euro. L’acconto per l’anno successivo è pari al 100% dell’imposta dichiarata nell’anno e deve essere versato in una o due rate, a seconda dell’importo:

  • unico versamento entro il 30 novembre se l’acconto è inferiore a 257,52 euro;
  • due rate: la prima pari al 40% entro il 30 giugno (insieme al saldo dell’anno in corso), la seconda pari al restante 60% entro il 30 novembre se l’acconto è pari o superiore a 257,52 euro.