Successioni

a. Successioni telematiche

Se il contribuente non può trasmettere in autonomia la dichiarazione di successione telematica è possibile trasmettere all’ufficio competente in base all’ultima residenza del defunto, tramite email, PEC o i canali telematici, il modello (conforme a quello approvato) compilato e sottoscritto, allegando:

  • la documentazione a supporto descritta nelle istruzioni alla “Dichiarazione di successione e domanda di volture catastali” disponibili sul sito web dell’Agenzia delle Entrate
  • la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà in cui si dichiara di essere in possesso degli originali dei documenti e delle dichiarazioni necessarie, nonché della conformità a questi delle immagini inviate, resa dal richiedente ai sensi dell’articolo 47 del Dpr n.445/2000
  • l’impegno del richiedente a depositare in ufficio l’atto in originale al termine del periodo emergenziale
  • il/i documento/i di identità
  • il modello F24 attestante il versamento delle imposte e dei tributi autoliquidati dal contribuente oppure l’apposito modello, debitamente sottoscritto, per la richiesta di addebito su conto corrente bancario o postale delle imposte.

È ammessa anche la presentazione mediante raccomandata o altro mezzo equivalente dal quale risulti con certezza la data di spedizione. La ricevuta di presentazione sarà inviata alla posta elettronica indicata dal contribuente nel modello o, in mancanza, tramite SMS al numero di telefono indicato nel modello stesso.

Verificata la dichiarazione e gli allegati, l’attestazione di avvenuta presentazione della dichiarazione di successione (copia conforme) è resa disponibile nell’area riservata del contribuente che ha trasmesso la dichiarazione nella sezione “Preleva documenti”.

Se il contribuente non ha le credenziali di accesso, gli sarà inviata all’indirizzo di posta elettronica indicato nel modello o a quello comunicato dall’interessato mediante contatto telefonico.

L’originale della dichiarazione trasmessa per posta elettronica, gli originali delle dichiarazioni sostitutive e gli altri documenti previsti nelle istruzioni alla “Dichiarazione di successione e domanda di volture catastali” devono essere portati in originale in ufficio, una volta terminato il periodo di emergenza.

b. Successioni cartacee - modello 4

La presentazione della dichiarazione di successione con il modello 4, nei casi residuali in cui è ammessa, può essere trasmessa mediante PEC o e-mail, in alternativa alla presentazione in ufficio o all’invio mediante posta raccomandata. In caso di invio tramite PEC o e-mail, oltre alla consueta documentazione a supporto, devono essere allegati alla dichiarazione anche gli ulteriori documenti indicati al punto precedente. È importante che il contribuente comunichi all’Ufficio un proprio recapito di posta elettronica, sul quale ricevere eventuali comunicazioni o la documentazione da parte dell’ufficio, o un numero di telefono.

Nel caso di invio per posta elettronica, il modello 4 e gli allegati devono essere recapitati agli uffici competenti al termine del periodo emergenziale. Verificata la dichiarazione e gli allegati, il certificato di avvenuta presentazione della dichiarazione di successione (modello 240) e la scansione dei quadri del modello 4, timbrati e firmati, saranno inviati all'indirizzo di posta elettronica indicato dal contribuente.

Il contribuente può rivolgersi, inoltre, a un ufficio dell’Agenzia o un contact center per qualsiasi esigenza informativa.

 

per richiedere il servizio con modalità semplificata
Trova qui e-mail e PEC degli uffici
per accedere con modalità telematiche
Vai al servizio (area riservata)
Contact center
Trova qui i contatti
per recarsi in ufficio
Trova qui gli indirizzi