Chi può chiedere il rimborso dell'Iva

Ultimo aggiornamento: 12/12/2020

Le imprese possono chiedere il rimborso del credito Iva, formatosi nello svolgimento della propria attività, in presenza di determinati presupposti che ne giustificano la formazione, elencati nell’articolo 30 e nell’articolo 38-bis del DPR n. 633 del 1972. La richiesta può essere effettuata con la dichiarazione annuale Iva o, per ciascuno dei primi tre trimestri dell’anno, presentando domanda tramite il modello Iva TR

Possono presentare la richiesta di rimborso Iva:

  • i soggetti residenti
  • i soggetti non residenti che abbiano in Italia una stabile organizzazione, o abbiano nominato un rappresentante fiscale, o siano identificati direttamente.

Può essere rimborsata l’Iva connessa a qualsiasi bene o servizio, purché esista il diritto alla detrazione. L’impresa deve quindi effettuare operazioni imponibili. È esclusa la detrazione in presenza di operazioni attive esenti dall’imposta.
Per alcuni beni a uso promiscuo privato-aziendale è prevista una detrazione forfetaria. 

Quando i soggetti passivi effettuano sia operazioni imponibili che operazioni esenti possono detrarre l’Iva assolta sugli acquisti in proporzione al rapporto tra operazioni imponibili e la somma di operazioni imponibili e operazioni esenti, ai sensi dell’articolo 19-bis del DPR n. 633 del 1972.