Prefazione

«La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo

e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti»

(Articolo 32 della Costituzione)

In un periodo così difficile per il Paese, in cui la nostra Sanità è sottoposta ad un impegno senza precedenti, l’Agenzia delle Entrate vuole fare la sua parte per garantire un accesso semplice e veloce alle prestazioni sanitarie.

La tessera sanitaria fa parte della nostra vita quotidiana, ci accompagna alla Asl, in farmacia, in ospedale, alle visite mediche. Ci consente di accedere ai servizi e alle prestazioni del Sistema Sanitario Nazionale e di ottenere il cosiddetto scontrino parlante per i rimborsi fiscali di spese mediche e prestazioni professionali. Ai neonati, la spediamo con priorità direttamente a casa, perché i genitori possano attivare immediatamente l’assistenza pediatrica di base.

Ecco perché abbiamo pensato a questa guida, che vuole essere un piccolo gesto di attenzione verso tutti i cittadini che non sanno come richiedere il duplicato della tessera sanitaria, cosa fare in caso di smarrimento o di danno, come comportarsi se è in scadenza.

Abbiamo lavorato anche per velocizzarne l’emissione e collaborato attivamente a importanti sviluppi tecnologici. Per esempio, se dotata di microchip, la tessera sanitaria vale oggi anche come “Carta nazionale dei servizi” (Cns) e consente di accedere ai servizi online delle pubbliche amministrazioni. Inoltre, se personalizzata sul retro dà diritto a ricevere cure nei paesi dell’Unione Europea.

Tutte queste informazioni sono raccolte in questa guida che prova a rispondere ai dubbi dei cittadini in maniera semplice ed accessibile.

Ernesto Maria Ruffini

Direttore dell’Agenzia delle entrate